LA CONOSCENZA STORICA PER LA VALUTAZIONE DELLE VULNERABILITÀ DEL PATRIMONIO CULTURALE ECCLESIASTICO: UN APPROCCIO SISTEMICO PER STRATEGIE DI VALORIZZAZIONE E RIGENERAZIONE

  • Giulia De Lucia

Abstract

Lo sviluppo di strategie di rigenerazione e riuso per il patrimonio culturale ecclesiastico non può sottrarsi a una preliminare e accurata valutazione delle condizioni di sicurezza e vulnerabilità degli edifici, soprattutto in un territorio come quello italiano, soggetto a una pluralità di rischi (sismico, idrogeologico, franoso, ecc.). In aggiunta alle analisi di tipo tecnico, lo studio delle vulnerabilità e delle diverse pericolosità per gli edifici di culto non può che radicarsi nella conoscenza storica e nell’interpretazione storica del territorio e dei manufatti. Il contributo presenta i primi esiti del programma di ricerca volto allo sviluppo di metodi per l’analisi delle diverse vulnerabilità a scala vasta per gli edifici di culto. L’applicazione di tali metodi, e i loro sviluppi futuri, consentono di elaborare strumenti a supporto delle decisioni per la gestione e la pianificazione delle attività di rigenerazione e riuso, nell’obiettivo di un’efficace e costante conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

 

Parole chiave: patrimonio culturale ecclesiastico, rischio, analisi storica, vulnerabilità, riuso

Downloads

Download data is not yet available.
Pubblicato
2019-06-30
Come citare
De Lucia, G. (2019). LA CONOSCENZA STORICA PER LA VALUTAZIONE DELLE VULNERABILITÀ DEL PATRIMONIO CULTURALE ECCLESIASTICO: UN APPROCCIO SISTEMICO PER STRATEGIE DI VALORIZZAZIONE E RIGENERAZIONE. BDC. Bollettino Del Centro Calza Bini, 19(1), 75-88. https://doi.org/10.6092/2284-4732/7061