Il ruolo del genere nel lavoro con gli uomini autori di violenza: Affetti e rappresentazioni dei professionisti della salute

  • Anna Lisa Amodeo Università degli Studi di Napoli Federico II
  • Daniela Rubinacci Università degli Studi di Napoli Federico II
  • Cristiano Scandurra Università degli Studi di Napoli Federico II
Parole chiave: genere, violenza, donna, uomo, maschilità

Abstract

Il lavoro di contrasto alla violenza maschile contro le donne ha recentemente spostato il proprio focus dalla donna vittima di violenza all’uomo maltrattante. Questo cambio di paradigma ha portato all’implementazione di programmi di trattamento rivolti agli autori di violenza e all’impegno di professionisti uomini nel contrasto alla violenza. Il presente studio ha l’obiettivo di esplorare gli affetti e le rappresentazioni di 7 professionisti della salute (3 uomini e 4 donne) che si occupano di trattare uomini autori di violenza, con un focus specifico sul genere di appartenenza. L’analisi semiotica quali-quantitativa applicata alle interviste semi-strutturate analizzate tramite il software T-LAB ha consentito di individuare la presenza di 5 cluster: 1) Riconoscimento delle emozioni; 2) Posizionamento di genere; 3) Competenze lavorative; 4) Percezione del rapporto tra i generi; e 5) Rapporto con il lavoro. I risultati sembrano confermare che il genere di appartenenza degli operatori giochi un ruolo fondamentale nell’esperienza lavorativa con gli uomini maltrattanti.

Downloads

Download data is not yet available.

Biografie

Anna Lisa Amodeo, Università degli Studi di Napoli Federico II

Anna Lisa Amodeo. Ricercatrice di Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Napoli. Ha coordinato alcuni progetti europei. La sua ricerca si focalizza su: identità di genere e orientamento sessuale, stigma sessuale e di genere, bullismo omofobico, counselling psicodinamico individuale e di gruppo.  

Daniela Rubinacci, Università degli Studi di Napoli Federico II
Daniela Rubinacci. Laureata in Psicologia Dinamica, Clinica e di Comunità presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha lavorato come operatrice antiviolenza presso il Centro Antiviolenza “A.U.R.O.R.A.”. Attualmente lavora come operatrice antiviolenza presso lo Sportello S.A.L.V.A
Cristiano Scandurra, Università degli Studi di Napoli Federico II
Cristiano Scandurra. Ricercatore di Psicologia Clinica presso il Policlinico di Napoli (Università degli Studi di Napoli Federico II). Ha svolto una training fellowship presso il Summer Institute in LGBT Population Health del The Fenway Institute (Boston) e una visiting presso la Columbia University (New York). La sua ricerca si focalizza su: identità transgender, minority stress, violenza sessuale e di genere, counselling psicodinamico.
Pubblicato
2018-12-13
Come citare
Amodeo, A. L., Rubinacci, D., & Scandurra, C. (2018). Il ruolo del genere nel lavoro con gli uomini autori di violenza: Affetti e rappresentazioni dei professionisti della salute. La Camera Blu. Rivista Di Studi Di Genere, (19). https://doi.org/10.6092/1827-9198/6023
Sezione
Il Tema