L’amore è una malattia?

A confronto I ricordi del capitano d’Arce di Giovanni Verga e Donna Paola di Matilde Serao. Ovvero, tra scrittrici e scrittori dell’Ottocento italiano, lo stretto percorso delle donne innamorate

  • Valeria Palumbo Università degli Studi di Milano "La Statale"
Parole chiave: Romanticismo, Letteratura, scritti femminili, Italia

Abstract

Inculcato come unico obiettivo della vita di una donna, per tutto l’Ottocento, l’amore romantico è in realtà ingabbiato per le donne in confini molto stretti: dev’essere unico, giovane, fedele, casto, finalizzato al matrimonio, normalizzato dalla famiglia. Eppure, neanche i vincoli e le paure diffuse dalla religione, le legislazioni punitive nei confronti delle donne e, più tardi, le teorie delle pseudo-scienze positiviste sulla fisiologia femminile, sono riusciti a contenere una realtà molto più variegata, libera e complessa. In questo quadro scrittori e scrittrici italiane (in gran parte dimenticate) si sono spesso trovati su fronti opposti. Da una parte, gli scrittori, quasi sempre orientati a “punire” le donne che manifestano sentimenti troppo intensi, fisici ed extra-matrimoniali, come Giovanni Verga ne I ricordi del capitano d’Arce, sia pure senza che nessuno di loro sappia creare un personaggio della forza di Anna Karenina. Dall’altra parte, le scrittrici, che spesso mettono a nudo l’ipocrisia del matrimonio di convenienza (come nell’omonimo racconto di Luisa Saredo) e la trappola che costituisce anche per i sentimenti degli uomini (Donna Paola, di Matilde Serao).

Downloads

Download data is not yet available.

Biografia dell'Autore

Valeria Palumbo, Università degli Studi di Milano "La Statale"

Valeria Palumbo., laureata in storia contemporanea con una tesi sulle donne durante il Fascismo alla Sapienza di Roma e dopo un Master in giornalismo alla Rcs- Corriere della Sera, è entrata in Rcs nel 1989 come giornalista professionista. Attualmente è nell'ufficio centrale di Oggi, scrive per il Corriere della Sera e per diverse testate e siti web, è corrispondente per la Radio Svizzera e docente a contratto presso la Statale di Milano. È autrice di numerosi saggi di storia delle donne (gli ultimi tre: L’epopea delle lunatiche, Hoepli, 2018; Veronica Franco, Enciclopedia delle donne, 2019; Non per me sola, Laterza, luglio 2020).

Pubblicato
2020-12-30
Come citare
Palumbo, V. (2020). L’amore è una malattia?. La Camera Blu. Rivista Di Studi Di Genere, (23). Recuperato da http://www.tema.unina.it/index.php/camerablu/article/view/7738