Vol 4, N° 1 (2011)

Unità d'Italia e Mobilità


Copertina

L’unificazione italiana nel 1861 è stata l’inizio di grandi modifiche all’interno del paese, ha cominciato, tra gli altri, un processo di unificazione della rete di mobilità nazionale, per lungo tempo fossilizzata all’interno dei confini dei diversi stati . Il processo di unificazione si è basata sulle reti esistenti; il risultato fu che le aree attrezzate con le reti più avanzate sono state favorite, mantenendo la propria supremazia nella competizione con le aree meno sviluppate. Lo sviluppo della rete nazionale si è basata, per molto tempo, sul miglioramento della rete ferroviaria. Solo dopo l’inizio della motorizzazione di massa, dopo la seconda guerra mondiale, la rete autostradale ha prevalso assorbendo, a partire dagli anni Sessanta, la maggior parte degli investimenti nazionali.L’obiettivo di questo numero di TeMA è quello di indagare lo stato dei sistemi di mobilità in Italia secondo una prospettiva storica. L’unità italiana è stata, infatti, una opportunità rilevante per influenzare profondamente diversi settori, tra cui quello delle infrastrutture.

I cookie utilizzati servono al corretto funzionamento del sito. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookie.
Per maggiori informazioni.
ok